mercoledì, maggio 23, 2007


La nostra Paris ha deciso di rendere economia la sua sofferenza. Dal 5 giugno sarà in una prigione a espiare la sua colpa, si sarà chiesta come poter sfruttare al meglio questa situazione? Naturalmente un bel libro, un racconto dei suoi 23 giorni lontana da feste, party, gossip e divertimenti vari, ma anche lontana dal suo cagnolino e dalla sua reggia.

La cosa deve esserle sembrata una idea originale, ma noi sappiamo a chi si sta ispirando vero? Riusciranno le prigioni di Paris a sorpassare “Le mie prigioni” di Pellico? La nostra eroina intanto gira leggendo la Bibbia, con vestitini molto casti e con un rinnovato spirito di espiazione.

Fatto sta che la nostra ragazza è ben lontata da passare delle giornata in solitudine e senza lussi, sembra infatti che la sua prigione è molto simile alla sua stanza di albergo, in fondo una milionaria è una milionaria e le necessità son diverse! Continua così Paris!

1 commento:

zer0percento ha detto...

Sarei ben curioso di sapere come l'avranno accolta le sue "colleghe di galera". Una sì povera sventurata, senza denari e costretta all'illegalità per sostenere il suo risicato tenore di vita, troverà senz'altro conforto fra le altre disgraziate come lei.
Ma mi par di capire che la mano di paparino ha scucito argomenti sempre validi in queste occasioni.