mercoledì, agosto 30, 2006

La donna è donna

E una donna veramente donna non resiste alle borse. Potrete capire, con questa premessa, lo stupore nel vedere e nel leggere che è nato un sito dove noi donnine possiamo seppur per un limitato tempo soddisfare le voglie affittando una bella borse di marca.

Di quelle che vediamo indosso alle vip, di quelle in vera pelle, di quelle particolari e uniche. Insomma potevo non andare a scoprire e vedere un sito di tal fatta! Bhe il viaggetto me lo sono fatto…ma una domanda sorge spontanea: come è possibile che a fianco a nomi illustri come Burberry e Cartier compaia Carpisa!!!! Dico Carpisa. Nel regno delle borse a 10 euro c’è qualche sfigata che le affitta a 15 euro a settimana. Esiste una donna in un qualche emisfero del globo che affitta una Carpisa per una settimana…oltretutto fatemelo dire un modello veramente osceno, uno di quelli che nessuno comprerebbe neanche sotto narcotici…come è potuto accadere!!!

6 commenti:

alebino ha detto...

Lo dico anche a te che non si sa mai.
Io sogno da non sai quanto tempo di possedere una borsa da lavoro di pelle possibilmente colorata ma anche nera va bene. Capiente e non seriosa... adoro

Elessa ha detto...

:) Dalla descrizone sembra bella:) Bentornato Alebino!!!

gds75 ha detto...

mai sentita la canzone di elio "scarpe"?

Elessa ha detto...

No..come fa?

gds75 ha detto...

in realtà la canzone si chiama "la follia della donna".
tutte le donne alle quali ho fatto sentire la canzone hanno ammesso che quanto detto è vero...
ecco il testo

Scarpe, di merda, da donna,
che costano milioni all'uomo.
E pensare che tutto questo lo hanno deciso...
i ricchioni.

C'è un cartello di ricchioni
che ha deciso che
l'anno scorso andava il rosso
e quest'anno il blè.
Pantaloni a coste
che costavano al mercato euro 23
oggi li trovi alla boutique
comprati dalle donne ricche.
L'han deciso i ricchioni
e io devo accettarlo.

La follia della donna
quel bisogno di scarpe
che non vuole sentire ragioni
cosa sono i milioni
quando in cambio ti danno
le scarpe.

Non hai mai pensato a un tatuaggetto.
La tua amica sfoggia un tatuaggetto.
Corri, corri a farti un tatuaggetto
d'improvviso hai bisogno di un tatuaggetto,
un tatuaggetto, un tatuaggetto.
D'un tratto non ti piace più,
cosa fai? Lo togli, non puoi.
Ne fai un altro più grosso.

La follia della donna,
il disagio mentale
di iniettarsi l'inchiostro con gli aghi,
sciabattando poi vaghi
per le vie della moda in sabot.

Elessa ha detto...

:)